casagreen

Ecco i trucchi per avere una casa fresca d'estate senza dover utilizzare il condizionatore

Mantenere un luogo fresco d’estate è uno dei principali problemi che ci attanaglia. Dalle stanze piccole o grandi che siano, agli spazi ampi come il salone, spesso non è facile far in modo che siano sempre rinfrescati.

Si è vero esistono i condizionatori questi però a volte hanno dei costi elevati. Un altro problema è che spesso non si sopporta oppure che sia veicolo di batteri come sta accadendo in questo periodo post covid.

Esistono però degli accorgimenti che ti consentono di mantenere la tua casa più fresca, evitando l’uso del condizionatore, e con un maggiore occhio di riguardo all’ambiente e al risparmio. Vediamoli insieme.

Casa fresca senza aria condizionata: come?

1

Scegli gli incentivi di efficientamento energetico

Uno dei primi suggerimenti utili che ci sentiamo di darti è quello di approfittare dei bonus di efficientamento energetico, che ogni anno lo Stato dispone e che prevedono degli incentivi per tutti coloro che decidono di svolgere dei lavori di ristrutturazione energetica per la propria abitazione. Le detrazioni vengono applicate sulla sostituzione degli infissi, sull’inserimento di pannelli solari e caldaie di ultima generazione, sull’incentivo alla coibentazione, per migliorare l’isolamento termico. Dunque la ristrutturazione energetica della propria abitazione è uno dei primi incentivi che permette di ottenere una casa fresca d’estate e calda d’inverno.

2

Spegni i dispositivi elettrici

D’estate si tende a passare molto tempo fuori casa e poco all’interno, quindi perché non provi a ridurre l’uso dei dispositivi elettronici spegnendoli quando sono inutilizzati?Questi sono una delle principali fonti di surriscaldamento degli ambienti domestici, pertanto se vuoi avere una casa fresca d’estate è importante spegnerli, soprattutto nelle ore più calde della giornata.

3

Chiudi le finestre nelle ore più calde

Nelle ore più intense della giornata chiudi le finestre tenendo abbassate persiane e tapparelle, ma soprattutto cerca di schermare la luce proveniente dall’esterno, che potrebbe surriscaldare i tuoi infissi interni e sistematicamente la tua abitazione. Ti consigliamo invece di tenere aperte le finestre al mattino presto e durante la notte, in modo da consentire la circolazione dell’aria fresca. Risulta anche molto utile inserire dei tendoni sui balconi o sulle terrazze in modo da creare ombra e impedire al sole di surriscaldare eccessivamente le abitazioni. A tale proposito risultano utilissime anche le piante che assorbono il calore del sole.

4

Cucinare di meno e negli spazi aperti

Come puoi immaginare il calore dei fornelli o del forno tendono a surriscaldare gli ambienti, ti suggeriamo di consumare cibi freschi e ricchi di acqua per sopportare meglio l’afa oppure prediligere sistemi di cottura rapidi. Se hai la possibilità di poter avere un giardino ti consigliamo di cucinare all’aperto: pensa come sarebbe bello organizzare un bel barbecue con i tuoi amici!

5

Ventilatore: usarlo nel modo giusto

Il ventilatore consuma meno di un condizionatore, per questo se usato nel modo giusto, sarà utilissimo per rinfrescare la tua casa. Per esempio imposta la rotazione delle pale in senso antiorario per far in modo che ci sia un flusso d’aria continuo e colloca un recipiente con il ghiaccio difronte al ventilatore, questo farà si che l’aria che si genererà sarà ancora più fresca.