casagreen

Contatore elettronico cos'è e come monitorare i consumi

Il contatore elettronico è uno strumento che serve per monitorare i consumi di energia elettrica e quantificare i kWh consumati in un determinato periodo di tempo.

È facile da riconoscere perché è presente in ogni appartamento ed i più moderni sono composti da un display, in grado di segnalarti l’energia consumata. Saper utilizzare il contatore elettronico è ormai fondamentale, il suo utilizzo corretto permette al fornitore e all’utente finale di comunicare in modo rapido e digitale; in particolare attraverso il display del contatore l’utente può compiere in poco tempo una serie di attività come l’autolettura, la richiesta di aumento della potenza, può misurare nel dettaglio l’andamento dei consumi e verificare l’energia consumata nelle varie fasce orarie. Un bel cambiamento se si pensa che con il precedente contatore meccanico tutto questo non era possibile. Inoltre questo nuovo sistema consente rapidamente di acquisire una serie di informazioni permettendo al cliente di programmare le sue attività quotidiane attraverso il monitoraggio dei consumi ed evitando aumenti dei costi della bolletta. Il contatore è di proprietà del distributore, ovvero della società che si occupa del trasporto dell’energia elettrica presso la tua abitazione ed è anche colui che si occupa dell’installazione, della manutenzione e di eventuali interventi.

Tipologie contatore elettronico

Puoi trovare il contatore elettrico all’interno della tua abitazione (all’ingresso, sul balcone, in un armadietto creato ad hoc) oppure all’esterno (in un vano comune del condominio o in garage).

Ecco le tre tipologie di contatore elettrico:

  • Contatore elettrico gestito per fasce: misura l’energia consumata nelle varie fasce orarie (F1, F2, F3) ed è utile nel caso in cui tu abbia una tariffa bioraria;
  • Contatore elettronico ad ore: consente di monitorare l’energia consumata ora per ora
  • Contatore elettronico monorario: non distingue l’energia consumata tra le varie fasce o ore della giornata ed è perfetto per chi ha una tariffa monoraria.

Funzionamento contatore elettronico

Il contatore è uguale per tutte le abitazioni ed è composto principalmente da cinque parti:

  • Display: su questo vengono visualizzate tutte le informazioni utili dopo aver cliccato il tasto/pulsante posizionato sulla destra del contatore;
  • Pulsante di lettura: ti consente di interrogare il display e trovare le info che cerchi ma soprattutto visualizzare i tuoi consumi;
  • Gli indicatori di consumo: sono due luci led posizionate a sinistra del display, che lampeggiano per indicare che il contatore è attivo e sta funzionando;
  • Pulsante di lettura: ti consente di interrogare il display e trovare le info che cerchi ma soprattutto visualizzare i tuoi consumi;
  • Pulsante per i tecnici: è un interruttore posizionato in basso al centro che può essere utilizzato dai tecnici del distributore per controllare il corretto funzionamento del contatore stesso.

Come leggere il contatore elettronico

Se tu hai già provato ad accendere il contatore elettronico almeno una volta, ti sarai accorto/a che premendo più volte il pulsante di lettura puoi visualizzare vari dati, e di seguito vediamo insieme alcune informazioni che potrai visionare:

  • Numero cliente che identifica la tua utenza e codice POD (Point of Delivery) che identifica il punto di fornitura dell’energia elettrica
  • Fasce orarie
  • Potenza istantanea visualizzabile solo con alcuni contatori elettronici
  • Lettura dei consumi nelle varie fasce orarie, si tratta del dato usato per comunicare l’autolettura al tuo fornitore
  • Data e ora

Insomma un contatore elettronico, ti consente di avere molte informazioni sui tuoi consumi in modo rapido e facile.