casagreen

Materiali Ecosostenibili per la Casa

Ristrutturare in modo green è possibile, se conosci i materiali ecosostenibili da usare. Scoprili tutti nel nostro articolo!

Avere una casa fatta di materiali ecosostenibili ha molti vantaggi. Non riduce solo il suo impatto ambientale, ma migliora notevolmente anche la qualità della vita.

Una casa però, per essere davvero sostenibile, non deve limitarsi a essere energeticamente efficiente, ma prediligere anche materiali naturali ed ecosostenibili.

Deve essere quindi un ambiente capace di conciliare:

  • ecosostenibilità
  • comfort abitativo
  • efficienza energetica.

Scopri nel nostro articolo del blog quali sono i classici materiali ecosostenibili usati nel campo della bioedilizia ed i loro principali impieghi!

Cosa sono i materiali ecosostenibili

Con l’espressione materiali ecosostenibili si intendono tutti quei materiali il cui ciclo di vita produce un impatto ambientale minimo.

Questi materiali sono perciò caratterizzati da una produzione e da:

  • imballaggio
  • trasporto
  • utilizzo
  • smaltimento a fine uso
  • possibilità di riciclo

sostenibili e efficienti.

I classici materiali ecosostenibili sono tutti quei materiali naturali usati dall’uomo fin dall’antichità per costruire.

Tali materie prime possono essere impiegate sia nei complementi d’arredo (eco-design), che nei lavori di ristrutturazione.

Se stai pensando di ristrutturare casa per renderla ancora più ecosostenibile, scegli Green Network Energy ed approfitta del bonus ristrutturazione 110!

Scopri tutti i lavori che puoi realizzare con noi a rischio e costo zero! 

I classici materiali ecosostenibili

Come già accennato prima, i materiali ecosostenibili classici non sono altro che le materie prime di origine naturale utilizzate dall’uomo fin dai tempi più antichi.

Nello specifico, ci riferiamo ai seguenti materiali ecosostenibili:

1

Legno

Il legno è uno dei materiali più antichi impiegati nel campo dell’edilizia e dell’architettura.

I suoi vantaggi sono molteplici in quanto oltre ad essere un materiale ecosostenibile, è anche molto resistente ed economico.

E’ estremamente versatile, grazie alla sua buona flessibilità.
Per questo motivo viene impiegato nella realizzazione di vari elementi come:

  • pannelli prefabbricati per strutture portanti
  • coperture e rivestimenti esterni (pareti, solai, tetti)
  • sistemi prefabbricati per case e palazzi
  • finiture e rivestimenti interni.

Un’altra sua caratteristica importante è la capacità di isolamento termico e acustico.

Inoltre, al contrario di quello che si può pensare, è anche antisismicoresistente al fuoco.

Il legno è anche in grado di regolare l’umidità e schermare dalle radiazioni elettromagnetiche. Per questo motivo è un ottimo alleato per migliorare l’ambiente domestico!

Al fine di costruire o ristrutturare in maniera davvero sostenibile però, è necessario usare solo legno coltivato e raccolto in modo sostenibile.

Per assicurarti che il legno acquistato sia effettivamente un materiale ecosostenibile, controlla sempre che abbia almeno una di queste certificazioni:

  • Fsc (Forest Stewardship Council) 
  • Pefc (Programme for Endorsement of Forest Certification).
2

Terra Cruda

La terra è sempre stata una delle materie predilette dall’uomo per la costruzione di abitazioni.

Ultimamente, essendo un materiale ecosostenibile al 100%, è tornata alla ribalta sia per la costruzione che ristrutturazione degli edifici.

Gli utilizzi e le tecniche di posa in opera della terra cruda sono molteplici. Le più comuni sono:

  • Superadobe o Earthbags: tecnica che si avvale di sacchi di Juta o polipropilene riempiti di terra, impilati gli uni sugli altri e collegati tra loro con filo spinato, per costruire strutture antisismiche e resistenti (anche a proiettili e bombe!)
  • COB: composto molto resistente e funzionale a base di argilla, sabbia, paglia e acqua
  • materia prima per stampare case in 3D: possibile grazie a stampanti 3D come la Crane WASP.

La terra cruda è inoltre disponibile sotto forma di intonaco, cocciopesto e mattoni.

Possiede un’ottima capacità di isolamento termico e di regolazione dell’umidità.

E’ inoltre è un materiale ecosostenibile facilmente reperibile, biodegradabile e riciclabile!

3

Bambù

Il bambù, in molti casi, è una valida alternativa al legno.

E’ molto sostenibile in quanto la sua crescita non richiede l’uso nè di pesticidi nè di fertilizzanti, ma solo di acqua piovana. Sebbene giunga a completa maturazione dopo 3-4 anni, il suo sviluppo è molto rapido. Ciò quindi evita il rischio di deforestazione.

Materiale ecosostenibile resistente e flessibile, tanto da esser definito “acciaio verde“.
In alcuni casi infatti viene impiegato al posto del calcestruzzo!

E’ anche molto resistente ai graffi, per questo motivo è molto utilizzato nella realizzazione di pavimentazioni.
Esiste infatti il parquet di bambù ed è considerato il più resistente all’acqua grazie alla sua impermeabilità!

La sua struttura cava inoltre, facilita l’utilizzo del bambù insieme ad altri materiali.

Tuttavia, la sua caratteristica più peculiare è senz’altro la sua funzione anti-batterica grazie all’agente Bambù Kun!

4

Sughero

Il sughero è un materiale ecosostenibile che può essere impiegato non solo per la realizzazione di mobili, ma anche per ristrutturare.

Grazie alla sua traspirabilità e particolare struttura alveare, è un perfetto isolante naturale, sia termico che acustico.

Può essere usato quindi per:

  • isolare (intercapedini e cappotti esterni/interni)
  • rivestire la pareti
  • realizzare una pavimentazione (pannelli montati sotto il massetto per isolare termicamente).

E’ quindi al contempo un materiale ecosostenibile isolante e traspirante, che evita la formazione di condense ed umidità.

Seppure il suo aspetta possa trarre in inganno, è un materiale che difficilmente si deteriora. E’ infatti sia imputrescibile che inattaccabile da insetti e roditori.

Per questo motivo è considerato uno dei materiali ecosostenibili più duraturi in assoluto! 

In bioedilizia è usato (in granuli) anche all’interno di intonaci e rivestimenti.

5

Lana di Pecora

La lana di pecora è considerata un materiale tradizionale per il vestiario, ma innovativo per l’edilizia.

Realizzata con le fibre corte della lana, gli scarti della filatura, viene lavorata per essere inattaccabile da funghi, insetti e muffe.

Il prodotto finale è perciò resistente, atossico ed a basso impatto ambientale.

Il suo uso principale è come isolante termoacustico, sotto forma di pannelli o rotoli. Essendo poi un materiale ecosostenibile elastico, idrorepellente e traspirante, è anche capace di ridurre l’inquinamento indoor.

La sua struttura però non è autoportante, per questo motivo deve necessariamente essere associata ad un altro materiale che gli fornisca il supporto necessario.

Per assicurarti perciò di acquistare lana davvero ecosostenibile verifica sempre il materiale ad essa associato!

Non scegliere i comuni rotoli o pannelli di lana contenenti il poliestere, poiché è altamente inquinante e non riciclabile.
Prediligi invece i composti creati con materiali bio come il fieno o la calce idratata!

6

Paglia

Lo sai che ti può tornare utile anche la paglia in fase di ristrutturazione?

Essa è infatti un materiale ecosostenibile utile per riempire le strutture in legno o creare una base portante per il tetto.

La paglia ha inoltre ottime proprietà isolanti (termiche ed acustiche) ed è completamente riciclabile.

La sua particolarità è che se presa sfusa è altamente infiammabile, mentre sotto forma di balla è molto resistente al fuoco.

Brucia infatti più lentamente del legno e può durare fino ad un secolo!

Altri vantaggi delle balle di paglia sono la facilità di trasporto, assemblaggio e reperimento ed un costo basso.

Essendo inoltre un materiale ecosostenibile, la paglia aiuta anche a mantenere l’aria della casa pulita. Essa infatti non contiene nessun agente inquinante, al contrario dei comuni isolanti artificiali come l’EPS.

L’uso della paglia quindi, in abbinamento al legno o alla terra cruda, può essere una valida alternativa al mattone e cemento!

I vantaggi di usare i materiali ecosostenibili nella tua casa

L’impatto ambientale dell’edilizia è stato a lungo trascurato. Per fortuna oggi la sensibilità verso questo tema è cambiata notevolmente, prediligendo un approccio più responsabile e sostenibile.

Sebbene all’inizio i costi associati ad una costruzione o ristrutturazione green possano sembrare superiori alla media, per via di:

  • materiali ecosostenibili scelti
  • figure altamente professionali a cui rivolgersi

nel lungo periodo saranno largamente ammortizzati dai benefici derivanti.

In primis si otterranno infatti migliori prestazioni energetiche ed il conseguente risparmio di energia. 

I materiali ecosostenibili inoltre, essendo più durevoli di quelli artificiali a buon prezzo, non saranno soggetti alla sostituzione in breve tempo, comportando un risparmio economico nel lungo periodo.

Anche la salute ne gioverà in quanto l’ambiente casalingo risulterà più salubre grazie ad una migliore qualità dell’aria. I materiali ecosostenibili infatti hanno una maggior stabilità chimica, che evita la formazione di gas o composti organici volatili (VOC) nocivi.

In generale quindi, si registrerà un minor livello di inquinamento, sia domestico che esterno, ed una maggior capacità di riciclare e smaltire gli scarti edilizi.

E’ per questo motivo che sempre più architetti, ingegneri e costruttori tendono a proporre soluzioni di ristrutturazione ecosostenibile e riciclabile.

Approfitta del bonus ristrutturazione 110 e rendi la tua casa più green insieme a Green Network Energy! 

Compila subito il form e verrai ricontattato quanto prima da un nostro tecnico, per ricevere una consulenza gratuita!