futurogreen

Quando il livello del mare salirà, vivremo nelle floating house, le case galleggianti

Le case galleggianti anche dette floating house rappresentano il futuro, ma cosa sono e a cosa servono?

Le case galleggianti sono delle strutture mobili e trasportabili ovunque, generalmente come dice il nome stesso si collocano sul mare. Negli ultimi tempi sono state scelte da numerose persone, proprio per la loro facile trasportabilità, infatti molto spesso vengono ormeggiate nei porti o accanto ad un molo. Infatti se è vero che il livello del mare si alzerà notevolmente, sembra che nel 2100 le uniche case consentite saranno le floating house. Ecco cosa ci dice l’architetto olandese Koen Olthuis a proposito delle case galleggianti:

L’acqua è un’opportunità e l’architettura galleggiante è il prossimo step nell’evoluzione urbanistica delle città. Negli ultimi 15 anni abbiamo cercato di combattere la natura per cercare di sottometterla alle nostre esigenze mentre ora si comincia a pensare che è meglio assecondarla, soprattutto pensando al previsto innalzamento del livello delle acque dovuto allo scioglimento progressivo dei poli. In Olanda ci sono oltre 10.000 case galleggianti ma spesso sono solo ricavate da vecchi battelli. Gli edifici che oggi realizziamo con le tecnologie più avanzate sulla terraferma, domani verranno costruiti su piattaforme galleggianti

Come vengono realizzate le case sull’acqua?

Abitare in una casa galleggiante è un nuovo fenomeno che si sta diffondendo in tutto il mondo, molte persone abbandonano le metropoli per trasferirsi sul mare alla ricerca di libertà e appunto sempre più spesso scelgono una floating house.

Le strutture sono bellissime e a volte imponenti e vengono realizzate su piattaforme galleggianti. La classica struttura si compone di due camere, due bagni, un soggiorno e una terrazza, ma la casa può essere creata in base alle esigenze del singolo individuo. Grazie ad un sistema di colonne e facciate realizzate in vetro, il tetto della casa risulta sospeso sull’acqua e chi vi soggiorna avrà una vista pazzesca. Queste floating house possono essere “fissate a terra”, quindi non possono spostarsi oppure “a motore”, quindi possono essere spostate e ormeggiate nei vari porti. Oggi sono delle unità abitative costruite da veri e propri esperti del settore che utilizzano materiali innovativi e sostenibili. Un esempio emerge dalla società portoghese Go Friday che produce lussuose case galleggianti con una lunghezza tra i 10 e i 18 metri, super accessoriate e con tutti i confort.

Le case sono costruite con materiali sostenibili e 100% green e spesso vengono create in legno.

Quanto costa una floating house?

Quello delle case galleggianti è un mercato di nicchia e attualmente anche abbastanza costoso. A Londra per esempio i costi per una casa galleggiante vanno dai 20.000 ad oltre 1 milione di sterline. Alle voci della spesa, poi nella maggior parte dei casi, bisognerà aggiungere i costi per l’ormeggio. Ad Amsterdam si stima che avere una casa sul canale sia meno costoso dell’abitare al centro città. Mentre in Germania, a Berlino le house boats non sono economiche, si stima che con 88.000€ sia possibile acquistare un battello standard con due cabine letto, due bagni e cucina.