vitagreen

Cucinare con gli scarti alimentari delle verdure

5 ricette facili e gustose per combattere lo spreco alimentare e riciclare gli scarti delle verdure

Il segreto per essere responsabili e attenti all’ambiente, anche quando si cucina, è ridurre al minimo gli sprechi. E’ importante perciò, oltre che economicamente vantaggioso, imparare a cucinare gli scarti alimentari.

I grandi chef sono i primi ad applicare l’arte del riciclo in cucina. Spesso infatti le loro prelibatezze come lasagne, quiche e cibi ripieni danno nuova vita agli avanzi di cibo.

Questo tipo di riciclo culinario è forse il più conosciuto e facile da fare.
Nel nostro articolo invece parliamo di come cucinare gli scarti alimentari delle verdure!

Impresa non da poco, considerando che la maggior parte di noi è abituata a buttare gran parte della verdura che compra.

E’ pratica comune infatti scartare le parti più dure e fibrose delle verdure, comprese alcune loro foglie. Spesso però tali parti non sono affatto scarti alimentari, ma alimenti commestibili ipocalorici e ricchi di vitamine.
Materie prime perfette per piatti sani e gustosi zero waste.

Per cucinare gli scarti alimentari vegetali, è bene però assicurarsi di usare verdure biologiche. Solo così si avrà la certezza di non portare nel piatto pesticidi ed altre sostanze chimiche tossiche.

Scopri subito le nostre 5 ricette facili e veloci per cucinare gli scarti alimentari delle verdure!

Così facendo non solo ridurrai i tuoi sprechi, ma risparmierai ed imparerai a valorizzare le verdure in cucina!

 

Per avere una cucina davvero eco-friendly scopri tutti gli accessori da cucina ecosostenibili sul nostro ecommerce Greenesty.

Troverai tante alternative green ai classici utensili da cucina per preparare e servire i tuoi piatti!

1

Pesto con i ciuffi delle carote

ricetta pesto scarti alimentari carote

Lo sai che i ciuffi delle carote sono totalmente commestibili?

L’unica differenza di gusto con la radice è la loro maggiore salinità ed una leggera nota amara.

Le foglie di carota inoltre hanno la straordinaria capacità di non ossidarsi. Per questo motivo sono il perfetto ingrediente per ottenere un pesto verdissimo.

Prova subito la nostra ricetta e cucina anche tu gli scarti alimentari delle carote!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 40 g di foglie di carote
  • 20 g di anacardi
  • 20 g di noci
  • 60 g di olio evo
  • 50 g di parmigiano o pecorino grattugiato
  • 1 spicchio d’aglio (facoltativo)
  • 1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Lavare e asciugare bene i ciuffi ed i gambi più sottili delle carote. Tagliare quest’ultimi a pezzetti, affinché siano più facili da frullare.

Tritare la frutta secca ed aggiungere nel frullatore anche lo spicchio d’aglio tagliato a dadini, il sale ed i ciuffi delle carote.

Frullare aggiungendo mano a mano l’olio, finché il composto non risulterà ben amalgamato. Infine aggiungere il parmigiano o pecorino e mischiare con un cucchiaio.

2

Dumplings con scarti di broccoli, cavoli e carote

ricetta dumpling scarti alimentari verdure

I dumplings sono uno dei piatti della tradizione cinese più amati e versatili.

Sono anche un modo perfetto per riciclare e cucinare gli scarti alimentari di alcune verdure come cavoli, broccoli e carote.

Ecco a te la ricetta dei nostri dumplings anti-spreco!

INGREDIENTI PER 4 PORZIONI

  • 300 g di scarti di cavoli o broccoli
  • bucce di 3 carote
  • qualche foglia esterna di cavolo
  • 250 g di farina (più quella per stendere la pasta)
  • 150 ml di acqua calda
  • 2 pezzi di zenzero fresco
  • 4 cucchiai e 1/2 di aceto di riso
  • 6 cucchiai di salsa di soia
  • uno scalogno
  • un cipollotto (solo la parte verde).

PROCEDIMENTO

Riempire una pentola d’acqua e portarla ad ebollizione.
Nel frattempo, su una spianatoia, mettere la farina e aggiungere man mano l’acqua calda, mischiando con una forchetta.
Lavorare poi con le mani l’impasto fino a che risulti liscio ed elastico. Coprirlo con uno strofinaccio e lasciarlo riposare per almeno 15 minuti.

Lavare bene gli scarti alimentari del cavolo o del broccolo e tagliarli sottili a julienne. Sbollentarli per qualche minuto nell’acqua bollente, scolarli e metterli in una ciotola insieme ad un pezzo di zenzero ed allo scalogno tritati.
Aggiungere mezzo cucchiaio di aceto di riso e due cucchiai di salsa di soia.

Tagliare a fette l’impasto di farina ed acqua e stenderlo creando dei dischetti sottili e rotondi. Mettere un cucchiaio di ripieno al centro di ogni disco e chiuderlo, arricciando o schiacciando i bordi con le dita.

Adagiare i dumplings sulle foglie esterne dei cavoli (all’interno delle vaporiere in bambù) in modo che non si attacchino al fondo. Cuocerli per 10 minuti.

Per la salsa tritare la parte verde del cipollotto ed un pezzo di zenzero. Mettere tale composto in quattro ciotoline diverse ed aggiungere ad ognuna un cucchiaio di salsa di soia ed uno di aceto di riso.

Et voilà, i tuoi dumplings con gli scarti alimentari delle verdure sono pronti per essere serviti!

3

Brodo vegetale con gli scarti delle verdure

ricetta brodo vegetale scarti verdure

Una ricetta classica per usare e cucinare gli scarti alimentari delle verdure è il brodo vegetale.

Visto che per la sua realizzazione ne servono parecchi, ti suggeriamo, man mano che cucini, di tenerli da parte in un contenitore in freezer.

Una volta che questo sarà pieno, potrai realizzare il nostro brodo vegetale anti-spreco!

INGREDIENTI

  • pezzetti e foglie di sedano
  • gambi e foglie di cavolo e broccolo
  • estremità di cipolla
  • torsoli di pomodori
  • teste e bucce di carote

PROCEDIMENTO

Mettere l’acqua in una pentola e portare ed ebollizione.
Sciacquare bene gli scarti delle verdure e farli cuocere in acqua bollente salata per circa 25-35 minuti.

Una volta pronto, filtrare il brodo e compostare gli scarti alimentari.

Questa ricetta è molto versatile ed adatta a tutte le stagioni.
Nei mesi più freddi puoi sfruttarla per realizzare zuppe e minestre, mentre nei mesi più caldi per risotti ed arrosti!

4

Crema di baccelli di Fave o Piselli

ricetta crema baccelli piselli fave

Se anche tu sei solito buttare i baccelli di fave e piselli, con questa ricetta imparerai a riciclarli!

I baccelli non devono essere considerati scarti alimentari.

Sono infatti prodotti commestibili, se cotti, e hanno un sapore molto simile a quello dei loro semi. Inoltre sono ricchi di vitamine (A, C, K) e poveri di grassi!

E’ bene cucinarli però quando sono ancora freschi, perché facilmente deperibili.

Scopri la ricetta per trasformarli in un’ottima crema da usare come accompagnamento ai tuoi piatti o come condimento per la pasta!

INGREDIENTI

  • 300 gr di baccelli di fave o piselli (ancora teneri)
  • 60 g di pecorino
  • 8 foglie di basilico
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 1 spicchio d’aglio (facoltativo)
  • olio evo q.b.
  • sale e pepe q.b.

PROCEDIMENTO

Pulire i baccelli eliminando le loro estremità ed i filamenti laterali. Dividerli in due parti, sciacquarli ed inserirli in una ciotola con acqua fredda.
Riempire d’acqua una pentola e, una volta giunta ad ebollizione, mettere i baccelli per farli sbollentare qualche minuto.

Dopo averli cotti, scolarli, asciugarli e tagliarli a strisce sottili.

Nel mixer tritare i pinoli. Poi aggiungere i baccelli, le foglie di basilico, il pecorino, l’aglio a pezzetti e l’olio (a filo finché il composto risulterà omogeneo e cremoso).
Completare con sale e pepe a piacimento.

5

Chips con le bucce di patate

ricetta chips patate bucce

La patata fritta è buonissima, anche se fatta di sole bucce!

Per cucinare gli scarti alimentari della patata però ti consigliamo di usare solo bucce lisce senza germogli, che siano ancora rigide (ricche di amido).

Ti consigliamo quindi di friggerle appena pelate o al massimo il giorno dopo (conservandole in frigo).

Ecco a te la ricetta per creare chips sfiziose con le bucce di patate!

INGREDIENTI

  • bucce di patate
  • olio per friggere
  • sale 

PROCEDIMENTO

Lavare, spazzolare ed asciugare bene le patate ancora intere. Pelarle e, se necessario, asciugare di nuovo le bucce.

Versare in padella abbondante olio e farlo riscaldare.
Aggiungere poi le bucce di patate e lasciarle friggere, finché risulteranno dorate e croccanti.

Quando saranno pronte, adagiarle sulla carta assorbente per eliminare residui di olio in eccesso. Aggiungere il sale a proprio piacimento.

Speriamo che le nostre ricette per cucinare gli scarti alimentari delle verdure ti tornino utili per ridurre gli sprechi in cucina e stupire i tuoi ospiti!

Rendi la tua tavola completamente sostenibile, aggiungendo gli accessori green da cucina che trovi nel nostro ecommerce Greenesty!