vitagreen

Cos'è l'eco-design? La guida completa per essere più green

Si definisce eco-design l’intero processo d’ideazione e progettazione di oggetti di uso comune che hanno lo scopo di ridurre al minimo l’impatto ambientale durante il loro ciclo di vita: dallo studio, alla produzione, alla vendita sul mercato.

I materiali scelti saranno sostenibili e riciclabili nel massimo rispetto dell’ambiente.

L’ecodesign è quel modello economico che desidera creare accessori davvero ecologici e sostenibili, dall’inizio alla fine. Non è un caso che “eco design” sia sinonimo di una concezione di design sostenibile ed ecologico al 100%. Grazie all’eco-design s’incontrano in modo magico l’artigianalità dei processi e l’utilità di un prodotto: questo tipo di mercato è in grande espansione, anche per quanto riguarda la creazione di complementi d’arredo e oggetti di uso comune che rinascono in chiave green.

Design ecosostenibile: la scelta dei materiali

I materiali ecosostenibili nel design sono al centro dei processi poiché devono rispettare determinati standard, basandosi sui principi del riuso e del riciclo, con la volontà di trovare sempre nuovi elementi naturali in grado di comporre prodotti a basso impatto ambientale che riducano al minimo l’inquinamento del Pianeta. Nel design ecologico i materiali sono sempre riutilizzabili, biodegradabili, riciclabili, non tossici e devono assicurare la massima durata nel tempo dell’oggetto stesso. L’ecodesign trova definizione all’interno di un’economia circolare che crea un modello di vita sostenibile, che spinge per una progettazione consapevole e che impiega le risorse in modo efficiente, cercando allo stesso tempo di ridurre la quantità di rifiuti. Gli accessori di design a impatto zero sono, infatti, facilmente riparabili e riutilizzabili.

Progettazione green e design ecologico

In ogni fase produttiva c’è un ridotto consumo energetico, viene rispettata la direttiva UE sull’ecodesign(Direttiva 2009/125/CE) e, quando il prodotto non può essere sistemato, entra nel ciclo naturale. Determinati standard produttivi verificano in ogni momento eventuali criticità del ciclo di vita del prodotto e vengono ipotizzate soluzioni green per assicurare risparmio in fatto di recupero sostenibile dei materiali e dell’energia consumata.

A livello internazionale esistono delle norme specifiche (ISO 14040 e 14044) che consentono di monitorare tutte le fasi d’ideazione, produzione, distribuzione, uso, riuso e smaltimento finale di ogni oggetto che rientra nella categoria dell’ecodesign. In Italia, sono tantissime le imprese che hanno sposato il paradigma green applicato al design e hanno deciso di creare innovativi complementi d’arredo o piccoli oggetti di uso quotidiano che sono in equilibrio perfetto fra il bene dell’ambiente, le persone e il mondo dell’economia. Un nuovo modo di fare business per chi ha a cuore i valori della sostenibilità e della consapevolezza.