vitagreen

Energia da biomassa: una energia che fa bene all'ambiente

L'energia da biomassa è un grande esempio di come la natura possa fornirci combustibili non inquinanti. Scopri di cosa si tratta nel nostro articolo!

Le biomasse sono materiali organici di origine animale o vegetale che possono essere trasformati, per scopi energetici (energia da biomassa), in combustibili solidi, liquidi o gassosi.

Sono quindi carburanti biologici e biodegradabili, molto meno inquinanti e dannosi della benzina e del diesel.

Essendo sostanze completamente naturali, sono impiegate per la produzione di energia sostenibile e rinnovabile.

Sebbene questi combustibili siano considerati eco-friendly ed un’ottima alternativa a quelli fossili, l’energia da biomassa è ancora considerata una fonte energetica controversa.

I dubbi mossi vertono sulla sua effettiva sostenibilità, date le emissioni di CO2 associate alla sua produzione. Da numerosi studi però è emerso che tali emissioni siano ben compensate dai benefici apportati, rendendola una fonte energetica ad emissione neutra.

Continua a leggere il nostro articolo per scoprire di più sull’energia da biomassa!

Cosa è la biomassa per l’energia

Con il termine biomassa vengono indicati tutti quei prodotti naturali derivanti dall’agricoltura, deforestazione e selvicoltura che possono essere trasformati in biocombustibili. Tra questi rientrano, per esempio:

  • erba
  • foglie
  • alghe marine
  • piante e alberi
  • letame e altri scarti animali.

Negli ultimi anni, al fine di incentivare l’energia da biomassa, si è addirittura sviluppata la coltivazione di tali specie in terreni prima incolti.

Anche gli scarti dell’industria agro-alimentare, cartaria e del legno (se non trattati chimicamente) ed i rifiuti urbani organici possono essere considerati come biomasse.

Da tutti questi materiali è possibile infatti produrre, direttamente o per mezzo di lavorazioni, dei biocombustibili.

Di conseguenza, l’energia da biomassa può definirsi a tutti gli effetti una bioenergia.

Anche noi di Green Network Energy produciamo energia da biomassa con il nostro impianto elettrico a biogas di Chianciano!

Scegli l’energia sostenibile e scopri subito le nostre offerte domestiche e business!

Come viene prodotta l’energia da biomassa

L’energia da biomassa si ottiene mediante la combustione delle biomasse, all’interno di appositi macchinari (centrali a biomassa).

Il calore e l’anidride carbonica così generati sprigionano una notevole quantità di energia. Questa viene usata per scaldare l’acqua presente nel circuito termodinamico.

L’obiettivo infatti è produrre il vapore necessario (incanalato in tubature) per muovere le turbine ed il relativo generatore ad esse collegate.

In questo modo viene prodotta corrente elettrica alternata che, prima di poter essere immessa nel sistema, viene elevata di tensione da un trasformatore.

Mediante tale procedimento si viene quindi a creare energia elettrica e/o energia termica.

Nel caso specifico in cui tali energie vengano prodotte in contemporanea, si parla di cogenerazione.

Vantaggi dell’energia da biomassa

L’energia da biomassa è un’energia caratterizzata da un processo produttivo:

  • sostenibile
  • rinnovabile
  • circolare.

In Italia però rappresenta solo il 17% della produzione energetica complessiva da fonti rinnovabili.

Se si considera invece il totale delle bioenergie del nostro paese ha un peso pari al 40%.

Lo sfruttamento energetico delle biomasse potrebbe però essere decisamente superiore visti i suoi numerosi vantaggi:

1

Processo Carbonio-Neutrale

Il processo produttivo dell’energia da biomassa può considerarsi a bilancio neutro di CO2.

La quantità di anidride carbonica prodotta dalla combustione infatti è già stata assorbita in precedenza dalle piante. Ciò grazie al processo di fotosintesi attivato dai vegetali durante la loro crescita.
E’ in questo senso quindi che l’energia da biomassa è un processo carbonio-neutrale.

In pratica l’ammontare di carbonio prodotto dalla combustione corrisponde esattamente al carbonio rimosso in precedenza dalle piante durante il loro ciclo biologico.

Di conseguenza, le quantità di anidride carbonica pre e post combustione risulteranno bilanciate e non peggioreranno l’effetto serra.

2

Energia sostenibile

L’energia da biomassa, come detto sopra, deriva da materiali biologici di origine animale e vegetale. Di conseguenza, non prevede l’impiego di alcun composto chimico dannoso per le persone e l’ambiente.

Rappresenta pertanto un’ottima fonte di energia sostenibile e rinnovabile su cui far affidamento per ridurre lo sfruttamento di fonti fossili, ben più inquinanti.

Inoltre, non produce alcun tipo di inquinamento, in quanto le emissioni prodotte dalla combustione sono perfettamente bilanciate con quelle rimosse in precedenza dalle stesse piante.

3

Abbondanza di materie prime

Uno dei vantaggi associati all’energia da biomassa è sicuramente l’abbondanza e la facilità di reperimento delle materie necessarie a produrla.

Avvalendosi di scarti animali e vegetali già presenti in natura in abbondanza, viene infatti considerata una energia rinnovabile. La sua produzione è di fatto programmabile e continua.

Essa inoltre favorisce la riforestazione di terreni incolti e semidesertici, di scarso valore produttivo.

In questo modo valorizza terreni prima abbandonati che vengono destinati alla coltivazione di piante ed arbusti utili alla sua produzione.

4

Perfetto smaltimento dei rifiuti organici

Attraverso la produzione di energia da biomassa è inoltre possibile eliminare il problema (ed i costi) di stoccaggio e distruzione dei prodotti organici di scarto. Non vengono più quindi considerati come scarti, ma come materie prime per produrre energia.

Soprattutto nel nostro paese, dove le industrie del:

  • vino (vinacce esauste)
  • olio (sanse residue dalla molitura)
  • ortofrutta (potature)

generano grandi quantità di biomasse, è necessario sfruttare tale fonte energetica nel miglior modo possibile.

E’ bene ricordare che la produzione di energia da biomassa non entra mai in conflitto con l’agricoltura e l’industria alimentare, ma ne valorizza i sottoprodotti. Di conseguenza rappresenta una fonte alternativa di reddito per tutte quelle imprese che operano in questo settore, agevolando la filiera corta.

Inoltre è un ottimo metodo per impiegare efficientemente tutte quelle piante e colture vittime di catastrofi naturali. In passato infatti è stata usata per smaltire gli alberi distrutti dalla Xylella (in Puglia) e dalla Tempesta Vaia (in Triveneto).

Speriamo che il nostro articolo ti sia stato utile per scoprire qualcosa in più sull’energia da biomassa e su quanto possa essere importante per l’Italia.

Siamo sicuri infatti che con un suo maggior sfruttamento, l’industria energetica rinnovabile italiana avrebbe una notevole accelerazione e la dipendenza energetica dagli altri paesi diminuirebbe.

Se anche tu vuoi rendere il nostro paese più sostenibile, scegli la nostra energia green!

Scopri subito le nostre offerte luce e gas per la tua casa ed azienda!