vitagreen

Inquinamento domestico: significato, cause e rimedi

Sappiamo bene che le pulizie domestiche inquinano l’ambiente e fanno male alla saluteOggi vogliamo approfondire l’argomento per capire insieme in cosa consiste l’inquinamento domestico, quali sono le cause e come porre rimedio a questo problema.

L’inquinamento indoor è dovuto alla presenza di varie sostanze nocive di natura chimica, fisica e biologica che rovinano l’aria dei nostri appartamenti e degli uffici. Tenere le finestre chiuse per evitare che le polveri sottili, smog e i fumi entrino in casa non è sufficiente, anzi vale esattamente il contrario. La mattina dovremmo sempre far prendere aria alle varie stanze almeno per un’ora al giorno, magari quando in strada c’è meno traffico: solo in questo modo saremo sicuri di attenuare l’inquinamento interno.

Inquinamento domestico: cause  

Alcune tra le cause principali di inquinamento domestico sono gli arredi di casa poiché molto spesso i mobili sono stati trattati con vernici tossiche e il truciolato viene assemblato con la formaldeide, molto rischiosa per la nostra salute e per quella dell’ambiente che ci circonda. Qualsiasi rilevatore di inquinamento domestico potrebbe infatti darci conferma di quanto appena detto, e spingerci a cercare soluzioni per evitare spiacevoli inconvenienti. Questi dispositivi sono, infatti, in grado di rilevare la presenza di sostanze inquinanti nell’aria indoor, informandoci in tempo reale sulla situazione in casa, anche tramite app per smartphone.

Oltre all’inquinamento elettromagnetico domestico, ad alta e bassa frequenza, generato dai nostri elettrodomestici, è possibile rilevare in casa anche gas radon, metano, radiazioni nucleari ionizzanti, fumo, polveri sottili e avere informazioni sulla temperatura interna e sul livello di umidità e qualità dell’aria che respiriamo. A questo va poi aggiunto l’inquinamento acustico domestico che, sommato a un’aria insalubre, può causare mal di testa, nausea, irritazione agli occhi e difficoltà a dormire.

Rimedi contro l’inquinamento domestico

Esistono diverse piante anti inquinamento domestico che purificano l’aria in modo del tutto naturale come l’Aloe Vera, la Sansevieria o il Ficus. Quest’ultime sono uno stupendo elemento d’arredo che fa anche bene al nostro organismo, perché ci aiutano a depurare l’aria, eliminando in modo naturale tutti gli inquinanti che troviamo negli appartamenti.

Tra i metodi migliori per capire come ridurre l’inquinamento domestico consigliamo di arieggiare sempre la casa almeno per un’ora al giorno, e pulire ogni superficie con detergenti naturali e panni specifici. Gli strofinacci elettrostatici ci daranno una mano per eliminare la polvere, mentre quelli in microfibra sono perfetti per pulire pavimenti, mobili e altre superfici. Cerchiamo di evitare l’uso prolungato di detersivi, deodoranti per l’ambiente, creme troppo aggressive che possono accrescere l’inquinamento domestico e provocare irritazioni da contatto, nonché giramenti di testa a causa delle profumazioni chimiche.

Fare le pulizie ecologiche è possibile, basta usare prodotti biologici formulati in modo green. Rispettare l’ambiente vuol dire rispettare noi stessi.