vitagreen

Packaging sostenibile: ecco le 5 idee più innovative

La maggior parte dei prodotti che troviamo in commercio è inserito all’interno della propria confezione, si tratta del famoso packaging che in molti casi risulta essere più importante del prodotto stesso.

Scatole di cartone, vaschette di polistirolo, sacchetti biodegradabili sono questi alcuni dei packaging usati dai principali brand per valorizzare i prodotti inseriti all’interno. Il packaging nel tempo ha assunto sempre più rilevanza, tanto da essere diventato più importante del prodotto stesso, ed è per questo che viene progettato accuratamente. Il packaging è rilevante per ciò che vuole comunicare, ma deve anche essere in grado di proteggere un prodotto e garantirne il suo mantenimento e la sua pulizia. Spesso il packaging finisce nella spazzatura e se non è realizzato con i materiali corretti risulterà difficile smaltirlo.

Vediamo insieme le 5 idee per un packaging sostenibile, eco-friendly e non inquinante:

1

Packaging idrosolubile

E’ una delle idee più innovative con origini canadesi, si tratta di un packaging realizzato in PVA, un composto polivinilico non tossico e biodegradabile al 100%. E’ stato usato per la realizzazione di uno spazzolino da denti ed è emerso che questo packaging si dissolve in acqua in soli 10 secondi, quindi in modo rapido e non inquinante.

2

Packaging derivato dalle alghe

Si tratta di un’altra idea di packaging sostenibile volta alla creazione di imballaggi creati in Notpla, un materiale derivato dall’ alga bruna, che si biodegrada in 4-6 settimane senza lasciare, tracce anche questo facilissimo da smaltire. L’alga bruna è utile per la creazione di packaging che vanno a contatto con gli alimenti, in quanto anche commestibile.

3

Imballaggio creato dagli scarti vegetali

Carta riciclabile ottenuta dagli scarti di lavorazione dei fagioli e certificata per il contatto diretto con gli alimenti, è questo un altro packaging molto in voga. Si chiama Crush Fagiolo la carta riciclabile e arriva proprio dall’Italia, nasce dall’idea di un’azienda che da sempre sostiene l’ambiente e incentiva il riutilizzo degli scarti vegetali. Il packaging è 100% riciclabile e la confezione è composta da inchiostri ecologici. L’azienda ha dichiarato che attraverso l’utilizzo di questo packaging ha ridotto del 15% l’impiego di cellulosa proveniente da alberi e diminuito del 20% l’emissione di gas effetto serra.

4

Packaging in bioplastica

Ci sono molto aziende bio che ormai utilizzano un packaging in bioplastica, ma questo che ti consigliamo è un packaging realizzato  dalle acque reflue della filiera casearia ricche di lattosio. Anche questo è 100% biodegrabile, Made in Italy e ideale per gli alimenti.

5

Packaging usa-e-pianta

Si tratta di un contenitore per alimenti ideato da un designer slovacco Michal Marka, che dopo essere stato usato si trasforma in una ciotola per coltivare erbe aromatiche. Il contenitore è biodegradabile e sotto l’etichetta il consumatore può trovare i semini da piantare.